martedì 9 febbraio 2010

Nucleare, i criteri per i siti in consiglio dei ministri

Nucleare, secondo round. Torna domani in Consiglio dei ministri lo schema di decreto che individua non i siti per le future centrali, ma i 'parametri tecnico-ambientali' che serviranno a scegliere le aree adatte per la produzione di energia atomica. E contemporaneamente torna a salire il livello della polemica politica sulla scelta di tornare all'atomo, con un forte conflitto tra Governo e Regioni, a suon di leggi impugnate in consulta. Mentre Fulvio Conti, amministratore delegato di quell'Enel che sarà tra i protagonisti della rinascita del nucleare, avverte: "non c'é niente di più grave dei pregiudizi infondati sul nucleare in termini di danno per il Paese". E il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, assicura che dopo l'ok di mercoledì i percorsi autorizzativi si completeranno nell'arco di due anni.

Il decreto era stato già approvato nel Consiglio dei ministri lo scorso 22 dicembre. E torna domani al vaglio dei ministri per l'ok definitivo, che terrà conto dei pareri delle commissioni parlamentari competenti, del Consiglio di Stato e della Conferenza Stato-Regioni. Conferenza che ha già espresso un giudizio negativo: la maggioranza delle Regioni ha infatti detto 'no' al piano di costruzioni delle nuove centrali. Uno scontro tra autonomie e Governo che è sfociato in una 'guerra aperta' di ricorsi incrociati: se nei mesi scorsi 11 Regioni avevano impugnato la Legge sviluppo davanti alla Consulta, il 4 febbraio è stato l'esecutivo a impugnare di fronte alla Corte Costituzionale le leggi regionali con cui Campania, Puglia e Basilicata hanno di fatto impedito preventivamente la costruzione di centrali sul loro suolo. Insomma, una situazione intricata e molto complessa.

Per Scajola, comunque, dall'ok di domani prenderà il via "il percorso per la scelta dei siti da parte delle imprese", con la previsione di completare gli iter autorizzativi in due anni. I tecnici del ministero, infatti, sottolineano come a loro giudizio le polemiche siano del tutto premature: i passaggi consultivi con le Regioni saranno "vari e numerosi". Nei prossimi tre mesi infatti il Governo appronterà, sulla base del decreto, delle misure dell'Agenzia per la sicurezza nucleare, ecc, un documento complessivo, sulla cui base poi gli operatori imprenditoriali faranno le loro proposte per i siti. Proposte il cui iter autorizzativo - confermano dal Ministero - coinvolgerà pienamente le Regioni. Insomma un confronto con molte fasi di dialogo e verifica, con il quale il Governo conta di spegnere polemiche e contrasti con scelte il più possibile condivise.

Nella versione licenziata a dicembre dal Cdm, inoltre, sono previsti benefici economici, fino a 10 milioni di euro a centrale, per gli enti locali e le popolazioni coinvolte. Anche Fulvio Conti oggi ha invitato a non cedere "ai pregiudizi sul nucleare". E il ministro dell'Ambiente, Stefania Prestigiacomo, ha sottolineato come "la strada per il nucleare sia difficile, ma stiamo lavorando bene, in sintonia". Mentre il Pd attacca: "il Governo dica agli italiani quali saranno i siti prima delle elezioni regionali".

fonte: lanuovaecologia.it

Nessun commento:

Google
Si è verificato un errore nel gadget

Passatempo Preistorico

Moonstone Madness

Pronti a partire, pronti per distruggere tutto? Bene, allora fate un salto indietro nell'era preistorica e immergetevi in questa nuova avventura dal gusto tribale. A bordo del vostro cinghiale dovrete raccogliere le gemme preziose necessarie per passare alle missioni successive, saltando gli ostacoli se non volete perdere il vostro bottino e distruggendo i totem a testate per conquistare altre gemme utili. Inoltre, una magica piuma vi catapulterà verso il cielo dove punti e gemme preziose sono presenti in gran quantità, per cui approfittatene! cercate di completare la missione entro il tempo limite, utilizzando le FRECCE direzionali per muovervi, abbassarvi e saltare, e la SPACEBAR per prendere a testate i totem.

Change.org|Start Petition

Blog Action Day 2009

24 October 2009 INTERNATIONAL DAY OF CLIMATE ACTION

Parco Sempione - Ecopass 2008