mercoledì 20 maggio 2009

«Fumo vietato nei parchi» La nuova trincea verde

«Li chiamano polmoni verdi. E se non respira­no lì, i polmoni, mi spieghi lei dove?». È per questo che l’as­sessore alla Salute di Milano, Giampaolo Landi di Chiavenna (ex An, ora Pdl), ha deciso di andare fino in fondo: vieterà il fumo nei parchi della città. «Ne parlerò con il sindaco Moratti perché spegnere la sigaretta di­venti obbligatorio». Almeno lì. «Dove ci sono i bambini che giocano e le mamme che li ac­compagnano. Ma anche gli sportivi che fanno jogging o l’impiegato in pausa pranzo che si mangia un panino».

«Non si fa in tempo ad assue­farsi a un divieto che ne arriva subito un altro», sbuffa lo scrit­tore Andrea Pinketts che trova da obiettare anche nel merito: «Il tabacco non è forse natura? E poi cosa c’è di più bello di fu­marsi un bel sigaro nel par­co?».

A Milano, da qui alla da­ta- simbolo del 2015, quella del­l’Expo e dei grandi progetti che dovranno trasformarsi in real­tà, l’amministrazione vorrebbe piantare un qualcosa come cen­tomila nuovi alberi. «Ma non è solo una questione di numeri — insiste l’assessore —. Biso­gna creare dei 'polmoni di salu­te'. C’è il discorso del fumo, ma non solo. Per esempio, che senso ha avere nei parchi pian­te che creano allergie? Gli spazi verdi devono essere delle oasi di benessere assoluto per tut­ti ». Via alla crociata, allora. «In astratto io sarei anche d’accor­do », si sbilancia il deejay Li­nus, uno che i parchi di Milano li conosce bene, visti anche i chilometri macinati ogni volta in vista della prossima marato­na: «La proposta mi sembra pe­rò tanto tanto velleitaria: chi va a controllare e a metter le mul­te? ». In una città, poi, che da qualche mese ha adottato un pacchetto d’ordinanze zeppo di divieti e di proibizioni, dalla prostituzione per strada all’ac­cattonaggio, passando per chi si fa le «canne» al parchetto o sulla panchina sotto casa. No­vantuno le multe staccate in questi primi sei mesi d’ordinan­za solo per i consumatori di cannabis en plen air. Tutte an­cora da incassare, visto che nes­suno, per ora, si è preoccupato di pagare il dovuto.

Nicola Cerrato è un magistra­to che in Procura si occupa (an­che) di reati ambientali. «Detta così, mi sembra tutto davvero eccessivo. A meno che non si li­miti la sanzione alle aree riser­vate al gioco per i bambini. Pe­rò da cittadino, più che da ma­gistrato, mi viene da invocare il buonsenso. A me, per dire, è capitato di stare seduto su una panchina con uno che s’aspira­va il suo bel toscano. Ho preso, mi sono alzato e me ne sono an­dato ». Insomma: «La mia liber­tà finisce dove comincia quella dell’altro». In Italia non è la prima volta: a vietare il fumo all’aperto ci hanno già pensato Napoli, Ve­rona, Bolzano e Buccinasco. Una delle zone al mondo dove simili misure sono più diffuse è la California, terra di beat, hippy e politici liberal. Lì più di millecento città hanno già adot­tato divieti e proibizioni che in un qualche modo limitano o impediscono il fumo all’aper­to. Carlo Monguzzi, capogrup­po verde in Regione, dovrebbe essere «diviso» a metà: l’am­biente da un parte, l'antiproibi­zionismo dall’altro. E invece i dubbi sono pochi. «Fumare al parco può essere un piacere nel piacere», suggerisce il con­sigliere ambientalista. La paro­la che ricorre più spesso è «ra­gionevolezza ». Soprattutto, ag­giunge, «non è certo con que­sti divieti che si protegge la na­tura e chi la ama».

fonte: corriere.it

Nessun commento:

Google
Si è verificato un errore nel gadget

Passatempo Preistorico

Moonstone Madness

Pronti a partire, pronti per distruggere tutto? Bene, allora fate un salto indietro nell'era preistorica e immergetevi in questa nuova avventura dal gusto tribale. A bordo del vostro cinghiale dovrete raccogliere le gemme preziose necessarie per passare alle missioni successive, saltando gli ostacoli se non volete perdere il vostro bottino e distruggendo i totem a testate per conquistare altre gemme utili. Inoltre, una magica piuma vi catapulterà verso il cielo dove punti e gemme preziose sono presenti in gran quantità, per cui approfittatene! cercate di completare la missione entro il tempo limite, utilizzando le FRECCE direzionali per muovervi, abbassarvi e saltare, e la SPACEBAR per prendere a testate i totem.

Change.org|Start Petition

Blog Action Day 2009

24 October 2009 INTERNATIONAL DAY OF CLIMATE ACTION

Parco Sempione - Ecopass 2008